Il Team Coaching

La nostra visione del Team Coaching

Lavorare in gruppo ed essere un team sono due situazioni apparentemente simili; chi gestisce o fa parte di un team conosce la differenza di rendimento e di potenziale espresso che viene a crearsi all’interno.
Il team non è la somma algebrica del numero di partecipanti ma è la concretizzazione sinergica dell’intelligenza collettiva.

Team Coaching

Il team coaching rappresenta, per ogni membro di un team in costruzione o già operativo, un’esperienza in cui aumentare la propria proattività per costruire team ad alto rendimento.
Sono incontri fortemente interattivi dove proattività del singolo e sinergia del gruppo sono obiettivi perseguiti dal coach.

Sono incontri fortemente interattivi dove proattività del singolo e sinergia del gruppo sono obiettivi perseguiti dal coach.
IN PRATICA

Il successo del cambiamento organizzativo è fortemente condizionato dall’intervento congiunto e sincrono tra chi si occupa di struttura e chi gestisce il cambio culturale.

La Codeluppi Associati progetta interventi, naturalmente personalizzati, nell’area delle risorse umane in stretta collaborazione con chi è incaricato di seguire la parte organizzativa.

All’interno del network sono presenti società e consulenti di direzione con cui è possibile gestire interamente il processo.

Abbiamo gestito il cambiamento organizzativo in situazione come:
  • Fusioni e acquisizioni
  • Cambio generazionale
  • Innovazione e cultura d’impresa
  • Nuovo assetto direzionale
  • Delocalizzazioni internazionali

Vantaggi

POTENZIA

Costruisce un team da un gruppo o potenzia team già attivi.

CREA VISIONE

Favorisce la visualizzazione del futuro della propria organizzazione e crea una visione condivisa di questo.

STRUMENTI OPERATIVI

Fornisce metodologia e strumenti operativi per lavorare in team

MIGLIORA RELAZIONI

Migliora le relazioni tra individui e aiuta a comunicare meglio a gruppi di persone

Perché promuovere il lavoro di team coaching?

Uno degli aspetti più evidenti del lavorare in gruppo è sicuramente la presenza del principio di reciprocità, sia come atto di offrire sia di ricevere aiuto.

Di seguito riportiamo i dati di una ricerca svolta da Hopmeyer e Werk nel 1993.

Hopmeyer, E. and Werk, A. (1993) A comparative study of four family bereavement groups. Groupwork, 6, 2, 107–121.

Percentuale degli intervistati che ha sentito di aver ricevuto e di aver dato in eguale misura.

Percentuale di chi ha sentito di aver ricevuto di più rispetto a quanto ha dato.

Percentuale di chi dichiara di aver ricevuto meno rispetto a quanto ha contribuito.

0%

0%
0%